Beni (immobili e aziende) definitivamente confiscati alla criminalità organizzata

Elaborazione su dati "Libera"

Beni confiscati alle mafie

Il progetto vuole dare seguito all'iniziativa realizzata dall'OPA in occasione della giornata mondiale contro il consumo e il traffico di droga finalizzata a rendere consapevoli i giovani che acquistare anche solo una piccola dose di droga innesca un sistema negativo che va a finanziare pericolose organizzazioni criminali e il terrorismo. Infatti l'acquisto di sostanze stupefacenti genera un flusso di denaro "sporco" che concorre a finanziare le mafie, la criminalità organizzata, il terrorismo e il narcotraffico.

Pertanto l'obiettivo è quello di diffondere tra la più ampia fascia di pubblico giovanile un messaggio di contrasto in grado di responsabilizzarli sul tema; ciò verrà realizzato tramite la diffusione di materiale di comunicazione appositamente realizzato e incentrato sul collegamento, ormai palese e dimostrato, tra i produttori di sostanze stupefacenti e le organizzazioni criminali, comprese quelle di stampo terroristico, che ne gestiscono la distribuzione e la vendita nei paesi di consumo, e quindi sul fatto che ogni singolo acquisto di droga costituisce un finanziamento alla criminalità organizzata.

Il materiale prodotto verrà diffuso sia alle amministrazione regionali e locali sia nell'ambito di ulteriori attività ed iniziativa di comunicazione previste ad hoc. Con il progetto si intende favodre una maggiore conoscenza e consapevolezza dei legami esistenti tra l'acquisto di sostanze stupefacenti e il finanziamento delle mafie e del terrorismo e maggiore impegno nel rispetto deHa legalità olb;e che della propria salute fisica.